fbpx Aller au contenu principal

ApéroPlus a Berna 1.7.23

Un gruppo queer in giro per il Giappone per 18 giorni

Attraverso il Giappone sventolando la bandiera del Pride: il gruppo di viaggio del socio di Network René Böhlen (in basso a sinistra) (Foto: Pink Alpine)
Attraverso il Giappone sventolando la bandiera del Pride: il gruppo di viaggio del socio di Network René Böhlen (in basso a sinistra) (Foto: Pink Alpine)

Il socio di Network René Böhlen di «Pink Alpine»è partito insieme a un gruppo gay per un viaggio attraverso il Giappone. È tornato con una valigia piena di fotografie e storie che ha presentato all’ApéroPlus di Berna.

Antiche foreste pluviali, stazioni sciistiche innevate, spiagge tropicali, megalopoli moderne, regioni rurali fuori da ogni tempo, oltre un centinaio di vulcani attivi e tutto questo sparso su quasi 7000 isole. René Böhlen, socio di Network di Berna, non esagera quando dice che «il Giappone è una nazione multiforme».

Lo scorso maggio almeno una buona parte di questa diversità René è riuscito ad ammirarla e fissarla in una serie di foto per farla conoscere anche ad altri. Il fondatore e presidente del consiglio di amministrazione di «Pink Alpine» ha attraversato in lungo e in largo il Giappone per 18 giorni a piedi e con i mezzi pubblici insieme ad altri 12 uomini gay e una guida turistica locale. Il gruppo, di cui facevano parte anche altri due soci di Network, Hansruedi Zellweger e Michael Nägele, è andato alla scoperta di questo Stato insulare dell’Asia orientale, allontanandosi anche dalle mete più turistiche. Il 20 giugno, durante l’ApéroPlus nella sala comunale della parrocchia di Nydegg, René ha mostrato ai 30 ospiti presenti la bellezza del Giappone, ma anche le sue stridenti contraddizioni.

Baciarsi è tabù
Durante l’aperitivo si è parlato anche dell’utilizzo incurante delle risorse: il Giappone è quinto nella classifica mondiale dei Paesi più energivori. Inoltre, si è discusso del rapporto della popolazione con i capitoli della storia mondiale in cui il Giappone ha agito come un aggressore spietato.

Gli ospiti dell’aperitivo, infine, hanno voluto sapere qualcosa sul mondo LGBTI in Giappone e René non ha potuto che tracciare un quadro alquanto contraddittorio: l’omosessualità non è più reato dal 1880, ma da allora nel Paese non c’è stato praticamente alcun progresso dal punto di vista dei diritti. «Fuori da Tokyo, per una coppia di uomini è molto difficile riuscire a vivere insieme in un appartamento», spiega René. Lontano dalle metropoli, la comunità LGBTI è invisibile.

Lo stesso gruppo di uomini non si è nascosto e più volte si è fermato per scattare con orgoglio una foto con la bandiera arcobaleno. «Noi di Pink Alpine quando viaggiamo non ci nascondiamo mai e agli hotel in cui soggiorniamo diciamo apertamente che tipo di gruppo siamo», spiega René. Allo stesso modo, però, si informano anche su quali sono le «regole del gioco» da seguire in loco. 

In Giappone, per esempio, il contatto fisico in pubblico, quindi baciarsi o tenersi la mano, generalmente è ritenuto fuori luogo, indipendentemente dal sesso delle persone. Un paradosso se si pensa che nello stesso Paese durante le ore di punta nelle metropolitane cittadine si è letteralmente pressati contro i corpi di sconosciuti.

Locande a gestione familiare
Durante il loro viaggio, fatto di escursioni e scoperte, il gruppo ha visitato tra l’altro l’isola di Kyushu a sud così come l’isola di Honshu, la più grande e densamente abitata, sulla quale si trovano Tokyo, Hiroshima e Kyoto. Qui, oltre alle città, il gruppo ha visitato anche vari templi storici. Nel corso di questo viaggio, il gruppo si è spinto fino a sud, sulla piccola isola di Yakushima, che con le sue secolari foreste di cedri rappresenta un vero paradiso per gli escursionisti. Soprattutto nelle regioni rurali il gruppo spesso ha soggiornato in locande a conduzione familiare, dove sono stati trattati praticamente come membri della famiglia e coccolati con deliziose specialità gastronomiche.

Chi, leggendo queste righe, pensa che avrebbe voluto partecipare a questa avventura, potrà recuperare il prossimo anno: è già possibile prenotare il viaggio in Giappone con Pink Alpine previsto per maggio 2024.

Ma prima di questo sono in programma altri due eventi organizzati da Network in collaborazione con Pink Alpine: il fine settimana di escursioni a Stoos (26/27 agosto) e il fine settimana in montagna a Zermatt (30 settembre/1 ottobre).

Testo: Silvan Hess
Traduzione: Angelo Caltagirone

 

iscrizione alla newsletter