fbpx Aller au contenu principal

Fiera di San Martino

 4.12.23

Un fine setti­mana autun­nale nel cuore del Giura

Nonostante il tempo mediocre il viaggio nel Giura di network Vaud si è svolto all’insegna del buon umore. (Foto: Raphaël Hatem)

I soci di network Losanna hanno organizzato un viaggio di due giorni per celebrare la fiera di San Martino nell’Ajoie. È stata una suggestiva escursione autunnale con numerose prelibatezze regionali.

Ogni anno, il secondo fine settimana di novembre il Canton Giura celebra la fiera di San Martino. I giurassiani Philippe Siraut e François Wittemer amano questa tradizione di origine contadina e hanno colto l’occasione per mostrare ai loro amici soci un pezzo della loro regione. «Philippe e François sono stati la mente di questo fantastico evento», afferma Raphaël Hatem, socio di network Vaud. «Con il loro amore per il Giura e il loro impegno hanno pianificato con tanta energia l’evento e ci hanno regalato un fine settimana magico».

La generosità di un vescovo
La fiera di San Martino è particolarmente importante nell’Ajoie. È dedicata a San Martino di Tours, un vescovo del secolo IV noto per la sua carità e generosità. Al tempo stesso, segna la fine dell’anno agricolo.

Vi hanno partecipato in tutto 25 soci di network provenienti dalle regioni di Vaud, Ginevra e Basilea. Dopo aver preso possesso delle camere presso l’Hotel Mercure nel pomeriggio dell’11 novembre, il gruppo ha fatto una passeggiata nel vigneto di Courroux con vista su Delémont. Il gruppo si è poi recato al Restaurant du Raisin, dove ha potuto ammirare reperti archeologici e degustare la birra prodotta localmente.

(Foto: Raphaël Hatem

Non solo carne di maiale
Nello spirito di San Martino che, secondo la famosa leggenda, avrebbe condiviso il proprio mantello con un mendicante, la fiera di San Martino nel Giura è una celebrazione della condivisione – e del cibo. Le malelingue dicono che oggi non si onora tanto il santo quanto il «grasso di maiale». I piatti a base di carne di maiale, in tutte le sue varianti, sono infatti il fulcro delle attività culinarie.

La conviviale cena di San Martino è stata quindi il momento culminante del viaggio di network. E si è scoperto che la cucina locale ha molto altro da offrire oltre alle specialità a base di maiale: oltre al sanguinaccio e all’arrosto di maiale, il menu per i soci di network comprendeva una torta salata alla crema, rösti, spaetzli, insalata di barbabietole, sorbetto alle prugne e crème brulée.

Momento ricco di emozioni
Raphaël è rimasto estasiato da queste prelibatezze, ma anche del buon umore che regnava nel gruppo. C’è stata un’atmosfera calorosa e familiare durante tutto il viaggio: lo dimostrano anche i numerosi commenti entusiastici che ha raccolto Raphaël. Neanche la pioggia durante la visita guidata di Delémont la domenica mattina è riuscita a rovinare il buon umore del gruppo.

Un altro momento clou del viaggio, secondo Raphaël, è stata l’esecuzione della «Rauracienne», l’inno ufficiale del Canton Giura. È stato un momento forte ed emozionante che simboleggia il legame del gruppo con questa meravigliosa regione.

Natale con sorprese
Una breve anteprima degli appuntamenti futuri: il prossimo grande evento per i soci di network Losanna è la festa di Natale del 14 dicembre che si terrà all’École hôtelière de Lausanne. Sono attese più di 75 persone. Raphaël promette «numerose sorprese e momenti indimenticabili».

La prossima assemblea regionale dei soci di network Vaud è prevista per l’11 gennaio 2024.

iscrizione alla newsletter